A morte

 
Torno su un concetto già espresso ma lo faccio perchè quello che è successo ai ragazzini di Gravina, morti in una cisterna è orribile, terribile, vergognoso, inumano e chi ne è il responsabile non merita di vivere.
 
Sono stanco di leggere che nessuno tocchi Caino, ma qui Abele ci rimette sempre come cittadino non posso accettarlo.
Come ci può essere perdonati per chi si macchia di tali fatti?
Per certi reati non c’è che la pena di morte e non c’è religione o garantisti del diritto che tengano.
Annunci

A morte

 
Torno su un concetto già espresso ma lo faccio perchè quello che è successo ai ragazzini di Gravina, morti in una cisterna è orribile, terribile, vergognoso, inumano e chi ne è il responsabile non merita di vivere.
 
Sono stanco di leggere che nessuno tocchi Caino, ma qui Abele ci rimette sempre come cittadino non posso accettarlo.
Come ci può essere perdonati per chi si macchia di tali fatti?
Per certi reati non c’è che la pena di morte e non c’è religione o garantisti del diritto che tengano.

Descrizioni

 
Registrandosi a qualsiasi tipo di blog, community ecc. è sempre richiesta una descrizione di sè stessi e mi rendo conto che non solo mi risulta abbastanza difficile farlo ma che poi scrivo sempre cose diverse e finisco anzi per inserire uno stato d’animo momentaneo e mai qualcosa che mi caratterizzi davvero.
Sarà che non mi è perfettamente chiaro?
 
Si parla tanta di incomunicabilità tra le persone nonostante i milioni di strumenti a disposizione e poi il dubbio è che la vera complessità stia nel non riuscire a comunicare se stessi perchè si fa fatica ad inquadrarsi dentro un’etichetta e quindi a riassumersi in poche parole.
Felice/Infelice, Libero/Prigioniero, Democratico/Repubblicano, Altruista/Egoista, Giovane/Vecchio, Buono/Cattivo, Bianco/Nero, Presente/Assente ecc.

Descrizioni

 
Registrandosi a qualsiasi tipo di blog, community ecc. è sempre richiesta una descrizione di sè stessi e mi rendo conto che non solo mi risulta abbastanza difficile farlo ma che poi scrivo sempre cose diverse e finisco anzi per inserire uno stato d’animo momentaneo e mai qualcosa che mi caratterizzi davvero.
Sarà che non mi è perfettamente chiaro?
 
Si parla tanta di incomunicabilità tra le persone nonostante i milioni di strumenti a disposizione e poi il dubbio è che la vera complessità stia nel non riuscire a comunicare se stessi perchè si fa fatica ad inquadrarsi dentro un’etichetta e quindi a riassumersi in poche parole.
Felice/Infelice, Libero/Prigioniero, Democratico/Repubblicano, Altruista/Egoista, Giovane/Vecchio, Buono/Cattivo, Bianco/Nero, Presente/Assente ecc.

Gemutichkeit

 
questa strana parola deriva dal ladino, un’antica lingua derivante in parte dal tedesco e in parte dal latino utilizzata da una comunità di circa 30mila persone che sono nati e vivono nel sud del Tirolo, che è sempre Italia anche se loro certe volte se lo dimenticano.
 
Comunque ‘Gemutichkeit’ non ha una vera e propria traduzione in Italiano: potremmo interpretarla come ‘benessere nell’aria di casa’.
 
Io la interpreto un po’ poeticamente e dico che si tratta più o meno di armonia della propria casa.
Ma certe volte l’Italiano è davvero una lingua troppo complessa o prolissa.
 
 
Comunque è il concetto che mi interessa e credo che sia un obiettivo per tutto: star bene dove si sta

Gemutichkeit

 
questa strana parola deriva dal ladino, un’antica lingua derivante in parte dal tedesco e in parte dal latino utilizzata da una comunità di circa 30mila persone che sono nati e vivono nel sud del Tirolo, che è sempre Italia anche se loro certe volte se lo dimenticano.
 
Comunque ‘Gemutichkeit’ non ha una vera e propria traduzione in Italiano: potremmo interpretarla come ‘benessere nell’aria di casa’.
 
Io la interpreto un po’ poeticamente e dico che si tratta più o meno di armonia della propria casa.
Ma certe volte l’Italiano è davvero una lingua troppo complessa o prolissa.
 
 
Comunque è il concetto che mi interessa e credo che sia un obiettivo per tutto: star bene dove si sta

Inventori poco famosi

 
sto confezionando un bel articolo (almeno spero) per il Sole 24ore centro-nord sul tema delle nuove brillanti idee made in Marche registrate all’ufficio brevetti: uscirà narcoledì per chi fosse interessato.
 
Sono anni che vado in giro dicendo anche a me stesso che per fare i dollaroni ci vuole un’idea davvero tosta e chissà che qualcuno del 1925 signori e signore marchigiani che nel 2007 hanno depositato la loro idea all’ufficio brevetti di Ancona non abbia colto in un’intuizione illuminante il modo per cambiare la propria vita.
 
Magari potrebbero diventare famosi, ricchi, passare alla storia, chissà…