La presentazione di Simo

dal Volley Club Milano Official Site:

LIFE VOLLEY MILANO, STAGIONE AL VIA CON IL RADUNO

Al
Palalido giornata di apertura della nuova annata agonistica per la
società milanese.

Gruppo nuovo con tanta voglia di iniziare a preparare
al meglio l’avvio della stagione. Nel pomeriggio primo allenamento.

Image

Dieci
ragazze, dieci atlete, dieci nuove rossonere. Un gruppo interamente
rinnovato quello approntato dal presidente Russiello e dal giemme
Vagliengo che hanno costruito la squadra di Life Volley Milano che con
l’abbinamento Europea92 Original Marines parteciperà al campionato di
serie A2 08/09 di volley femminile.

Il Palalido, nuova casa della
pallavolo femminile milanese, ha fatto da palcoscenico al raduno
delle atlete rossonere, un sapiente mix di esperienza e giovani
promesse, pronte a mettersi a lavoro sotto la guida di coach Bruno
Napolitano per preparare la nuova stagione. Oltre alle atlete già
presentare nei giorni scorsi, da Vania Beccaria a Dragana Marinkovic,
da Michela Molinengo a Diana Marc passando per la centrale Alessandra
Crozzolin, sono state presentate anche Simona Battistini palleggiatrice
titolare lo scorso anno a Benevento, Irene Padua, giovane opposto ex
Jesi, Lisiena Volaj terza centrale, Stefania Corna giovanissima
palleggiatrice nazionale juniores e Giulia Ronchetti libero proveniente
dalla Pro Patria. Unica atleta ancora assente la schiacciatrice
brasiliana Nikolle del Rio che arriverà in Italia non appena le sarà
rilasciato il visto.

Simona Battistini, palleggiatrice classe 1976 di Bologna, è reduce da
una stagione in B1 a Benevento, società con cui ha vinto il campionato
conquistando la promozione. Nei suoi trascorsi agonistici un’annata in
A2 a Imola (03/04), tre anni a Casette d’Ete sempre in B1 e poi ancora
esperienze a Matera, Sestu (CA), con doppio salto dalla B2 alla A2,
Cosenza e a San Lazzaro di Savena in B1. Atleta di provata esperienza e
personalità Simona è destinata a diventare una della leader della
squadra con l’obbligo di disputare una stagione di alto livello in un
campionato come quello di serie A2.
“Si
tratta di un gruppo interessante e con ottime individualità – spiega
Antonio Vagliengo general manager dell’Europea92 Original Marines – in
cui abbiamo inserito insieme al presidente Russiello giocatrici solide
e molto valide su cui innestare giovanissimi talenti che potranno dare
ottime alternative al nostro staff tecnico al momento delle scelte”.

Soddisfatto
della squadra anche coach Bruno Napolitano: “Il gruppo è certamente in
grado di potersi porre l’obiettivo della qualificazione ai playoff.
Possiamo contare su giocatrici che da anni giocano in Italia ai massimi
livelli, con diverse possibilità di innesti e variazioni dalla panchina
per poter tenere sempre alto il livello del nostro gioco. Ora sarà
fondamentale prepararci al meglio per l’avvio della stagione prima
lavorando sulla condizione atletica e poi iniziando a sistemare gli
assetti tattici della squadra”.

Annunci

Incastri

Quest’anno combinare le partite di Simo con la mia attività di pseudo radio-cronista/giornalista sportivo destinato ad una squadra di periferia di un campionato dilettantistico (bella carriera considerando che a 17 anni seguivo l’Interregionale!!) sembrava davvero impossibile.
Troppi casini all’orizzonte.

Invece il caso vuole che la società sportiva dilettantistica in questione abbia deciso di giocare di sabato pomeriggio le sue partite casalinghe, (che riguardano direttamente me) ed oggi pomeriggio che la Lega dilettanti ha pubblicato i calendari scopro che almeno fino a Natale non avrò problemi di sorta ad incastrare il tutto, se non per la trasferta di Simo a Benevento alla quale tengo molto, ma che sistemerò lo stesso conunpiccolo sacrificio.

Per il resto quindi tutto sembra sistemarsi.
Ero pronto a rinunciare ai miei impegni nel weekend perchè in questa stagione sportiva per Simo così particolare, ho intenzione di essere (se possibile) più presente dell’anno scorso e poi la serie A ha un fascino tutto nuovo che non voglio sprecarne nemmeno una goccia.

Mi dispiaceva certo, questo sì, la radio mi piace molto e mi sento davvero tagliato nel ruolo di radiocronista, tuttavia già quest’anno potevo dirmi ben soddisfatto della mia attività ormai in rampa di lancio di conduttore tv a partire da metà ottobre, ma come si dice: il primo amore non si scorda mai e per me la radio è un po’ così.

Quindi sono felice che tutto possa filare liscio e non debba rinunciare all’ennesimo impegno che incasinerà mica poco il mio autunno/inverno/primavera

La triste gioia di due persone speciali

Storia di una serata che ti cambia certe prospettive, certi modi di pensare e certi preconcetti.
Tutto merito di 2 persone estremamente solari che vivono seppur morti (almeno morti nel cuore) per la morte (questa sì reale) del loro unico figlio.
Storia di gente che ha saputo ripartire da zero. Ritrovare la gioia laddove non può esistere che smarrimento. Un motivo per vivere laddove regnava la notte.

Conosciuti per sbaglio, hanno trasmesso a me e Simo un messaggio tremendamente positivo che ci porta a dar loro una mano anche se quello che faremo o potremo fare sarà per qualcun altro.

Non è forse questo il senso dell’esistenza che tante religioni provano a teorizzare: dare agli altri per ricevere qualcosa di più grande?
Offrire tutto sè stessi, soldi, tempo, impegno, affetto, per la gioia di altri.
Non è forse questo il bene più puro?

Ieri sera abbiamo imparato qualcosa che forse sapevamo già, ma che in queste due persone non è teoria ma pratica (quotidiana e infaticabile) ed io e Simo abbiamo recepito il messaggio e proveremo a fare la nostra parte laddove possibile per dare una mano a due persone che vivono per aiutare gli altri