Parola di Simo

dal sito legavolleyfemminile.it

GS DìXDì Emmedata Loreto: tanto entusiasmo e voglia di far bene nelle parole di Simona Battistini 

Quello di Simona Battistini,
nuova palleggiatrice della GS DìXDì Emmedata Loreto, è stato un 2009
finora intenso e ricco di soddisfazioni, dal punto di vista sportivo e
personale. Dapprima, con la casacca di Milano, un quinto posto in
regular season ed una semifinale nei play-off per la promozione in A1
persa nel derby con Villa Cortese (poi promossa in serie A1). Poi, ad
inizio estate, matrimonio e successivo viaggio di nozze prima del
ritorno nelle Marche, in una regione che aveva già avuto modo di
conoscerla ed apprezzarla con la maglia di Casette d’Ete. “Sì, in
effetti ho passato un’estate di assoluto relax – conferma Simona –
perchè dopo una stagione agonistica lunga e faticosa, sia dal punto di
vista fisico e mentale, era necessario ricaricare un po’ le pile in
vista di questa nuova avventura. Comunque, in questa prima fase di
preparazione stiamo andando bene; certo, i carichi di lavoro sono
notevoli, ma vedo intorno a me tanto entusiasmo e la voglia di ben
figurare è di grande aiuto nel superare queste prime fatiche”. Non solo
lavoro fisico, ma anche tecnica sin dalla prima sedua: “E’ vero, ma
sono del parere che in questa prima fase è molto importante ritrovare
un buon feeling in tutti i fondamentali, dopo l’inattività dei mesi più
caldi. E poi con una squadra così rinnovata, è necessario trovare
l’intesa giusta sotto il profilo del gioco”. Ad un mese e mezzo circa
dall’inizio del torneo cadetto, ti sei già fatta un’idea sul tipo di
campionato che tu e la GS DìXDì Emmedata Loreto sarete chiamate ad
affrontare? “Mah, molti dicono che la serie A2 si è indebolita. Io
invece sono dell’avviso che resta un ottimo torneo, particolarmente
livellato. Vedendo come le squadre si sono mosse nel volley mercato,
probabilmente ci sarà un terzetto di formazioni come Carpi, Chieri e
Parma un gradino sopra le altre, ma per il resto non mi pare che ci
siano grosse differenze nei valori in campo e questo sarà di grande
stimolo per tutti e garanzia di equilibrio. Per quanto riguarda la GS
DìXDì Emmedata, si è vista sin dalle prime sedute una gran voglia di
fare bene. Sarà uno dei nostri punti di forza, e visto che solo io,
Percan e Giuliodori abbiano già affrontato la serie A2, l’entusiasmo
del nostro gruppo ci consentirà di affrontare nella maniera migliore
l’inesperienza e le eventuali difficoltà che si presenteranno”.  

Annunci

Anni di freddo

Dopo
anni di onorato servizio, da quest’anno mi ri-approprio delle mie
domeniche: niente più radiocronache dai campi di calcio di periferia.

Eh si, stavolta ho deciso. Dopo averlo pensato tante volte, aver fatto spesso (troppo spesso) autentici salti mortali per non venir meno agli impegni presi, stavolta mollo veramente.

Niente più pranzi frugali la domenica, niente più triplo maglione di lana, niente più lavoro gratis.
Non seguirò più il calcio dilettantistico e dedicherò i miei week-end a riposarmi/rilassarmi, seguire le partite di mia moglie (dato che quest’anno gioca a Loreto).
Mi dispiace certo, ma sarò fedele ai miei principi e non me ne starò a casa delegando qualcuno della società di casa ad inviarmi il tabellino e a raccontarmi la partita per poi scrivere le solite 1000 battute.
Disapprovo chi lo fa: è deontologicamente scorretto e quindi me ne guardo bene.

Weekend nel castello

Rientriamo da un weekend nel Montefeltro, niente di meglio per rilassarsi.
La visita a Gubbio, dove Simo non era mai stata, e poi in giro nella terra dei tartufi è stata una bella novità.
Molto suggestivo poi il soggiorno al Castello della Pieve nel comune di Mercatello sul Metauro, un antico borgo medievale dove si narra che fu deciso l’esilio di Dante Alighieri.
Dal costone sulla montagna, si domina tutta la valle.
Davvero ben tenuto ed organizzato come country house, la nostra location era bella ed elegante e la nostra suite era ricavata in una mansarda davvero molto ben restaurata. I locali comuni sono caratterizzati da oggettistica antica.
Ottimo anche la ristorazione ne "Il girone dei golosi".